[ I 3 migliori esercizi di STRETCHING per allungare i muscoli delle GAMBE e perché se non lo fai ti verrà al’ 87% un’ ernia o la pubalgia]

By | ottobre 26, 2017

Se mi segui da un po’ saprai che per lo stretching è davvero fondamentale!

E l’ ho imparato sulla mia pelle, quando mi sono rotta il crociato e il menisco, e da allora, dedico quotidianamente almeno 5 minuti al giorno allo stretching.

Se poi ti alleni, allora lo stretching deve divenire parte integrante della tua sessione di allenamento.

Fare stretching infatti NON è una perdita di tempo, un sottrarre del tempo prezioso al tuo allenamento e al miglioramento della tua performance: anzi, è l’ esatto contrario.

Fare stretching alla fine di ogni sessione (e anche nei giorni in cui non ti alleni) migliora la mobilità, l’ elasticità, migliora i recuperi e ti fa eliminare molto più in fretta le tossine e i metaboliti (prodotti di scarto) che accumuli durante los forzo fisico.

Moltissime palestre e moltissimi trainer,non danno la giusta importanza all’ allungamento muscolare, e non lo propongono mai a fine sessione.

Io, e tutto il mio Staff a Studio Personal, diamo molta importanza a quei 5/10 minuti a fine allenamento, perché sappiamo quanto questo possa preservare il corpo integro e intatto dei nostri clienti!

Che tu sia un atleta agonista, o un amatoriale, mettitelo in testa e inizia ad applicare questi semplici esercizi che ti consiglio in questo video.

Sono esercizi che puoi fare ovunque, a casa, al parco, in palestra, e che ti portano via al massimo 5 minuti del tuo prezioso tempo.

E se corri, o se usi le gambe, questi non possono mancare nel tuo repertorio.

Il primo è lo STRETCHING DEL QUADRICIPITE e dello PSOAS.

Come descritto nel video, questo esercizio ti porterà gran beneficio alla muscolatura della coscia (evitando quindi la tipica sensazione di gambe pesanti il giorno dopo) e soprattutto ti permette di evitare problematiche molto serie e spesso gravi e dolorose, come la PUBALGIA.

Eseguilo per circa 60” per gamba, senza forzare eccessivamente e sentendo la muscolatura che si distende ad ogni espirazione.

Il secondo esercizio è uno STRETCHING IN GLOBALITÀ’ della catena posteriore. E’ una Terza Squadra Mezieres modificata, e io trovo che sia veramente molto efficace, veloce e di facile esecuzione. Con questo esercizio sentirai ‘tirare’ i muscoli che maggiormente ne necessitano, e i benefici saranno su tutta la muscolatura posteriore del tuo corpo.

Il Terzo esercizio che ti consiglio oggi, è la PRIMA SQUADRA MEZIERES.

Grazie a questo favoloso esercizio, riuscirai a detensionare la muscolatura delle gambe, favorendo il ritorno venoso e quindi la circolazione, e andrai ad allungare la muscolatura della schiena, andando a dare libertà alle vertebre e impedendo quindi l’ insorgere di problematiche come ERNIE e PROTUSIONI.

Eseguendo questa semplice sequenza, sentirai davvero un beneficio globale, sia a fine sessione, sia il giorno successivo e questo ti permetterà di ‘vivere serenamente’ la tua giornata post workout, oppure di poter implementare la frequenza dei tuoi allenamenti.

Anche questi esercizi sono spiegati nel mio libro ‘5 MINUTI AL GIORNO’, in cui ti riporto casistiche e soluzioni efficaci su varie problematiche in cui lo stretching è stato fondamentale per la risoluzione delle problematiche.

Lo trovi qui:

http://yourpersonaltrainer.it/libro-wonder-katia/

Se invece vuoi un mio parere, o prenotare una consulenza da me in Studio, scrivi a info@yourpersonaltrainer.it

A presto

Katia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *