[La terribile verità sui PLANTARI e sul perché NON devi metterli se hai il PIEDE PIATTO: raddrizza le ginocchia e scopri come risolvere definitivamente il tuo problema in soli 5 minuti al giorno]

By | novembre 4, 2016

Lo hanno raccontato anche a te?

Ci sei cascato anche tu?

Hai le ginocchia storte e i PIEDI PIATTI e ti hanno detto che devi mettere i plantari o, peggio ancora ti devi operare?

Ti devo purtroppo dare una terribile notizia!

Molto probabilmente ti hanno raccontato una MENZOGNA, una falsità.. ti hanno insomma preso in giro.

Se anche tu fai parte di quel gruppo di persone che si sono rivolti ai migliori specialisti del mondo per sistemarti le ginocchia, perché ti sei reso conto (o te lo hanno detto) che hai il piede piatto, allora devi per forza leggere questo articolo…

Ora ti racconto ciò che nessuno probabilmente ti aveva mai svelato.

E non te l’hanno detto un po’ per mal informazione, un po’ per concetti antichi, un po’ per tenerti nascosta la verità e per convincerti a comperare plantari, o peggio ancora, per convincerti che l’unica soluzione per risolvere il tuo problema sia l’ operazione chirurgica.

Bene.. mi spiace deluderti, ma molto probabilmente non te l’ hanno raccontata correttamente e ti hanno fatto credere una cosa non vera..

Nella stragrande maggioranza dei casi infatti,il piede piatto non è congenito, non è dalla nascita, ma si verifica (anche in età adulta) improvvisamente..o almeno all’apparenza.

E invece una CAUSA reale del piede piatto esiste e guarda caso di solito coincide con problematiche a livello delle ginocchia.

E parlo sia delle ginocchia a X (valghe) o a calciatore (vare).

E ora ti svelo perché ti hanno fin’ ora raccontato delle frottole, o delle mezze bugie, pur di venderti delle consulenze, dei plantari o delle operazioni!

OPERAZIONI CHIRURGICHE! Ma ti rendi conto??

Sai che cosa vuol dire per il TUO corpo?

Ok.. a volte succede (2% circa dei casi) che il piede sia realmente piatto , che abbia cioè perso la volta plantare, che si sia appiattito. O che le ginocchia siano realmente storte, che riguarda cioè la parte ossea. E in questo caso sono la prima a dire che un plantare sia necessario o addirittura l’operazione.

Ma fortunatamente nel 98% dei casi il piede piatto e le ginocchia ‘storte’ si formano per delle ragioni ben definite..

E vediamole assieme.

Il piede diventa piatto e le ginocchia diventano ad X o a parentesi se si verifica almeno una delle seguenti situazioni:

  • subisco un trauma alla caviglia
  • subisco un trauma al ginocchia
  • subisco un trauma all’anca
  • subisco un trauma alla schiena
  • mantengo per molto tempo posture lavorative errate
  • faccio sport che mi modificano la posizione delle ginocchia (come il calcio appunto)
  • mantengo atteggiamenti posturali errati (è il caso delle persone molto timide che tengono piedi e ginocchia ruotati all’interno)sono fortemente sovrappeso o lo sono stato da bambino

Ti sei ritrovato in almeno una delle precedenti condizioni?

Bene, ora dopo tutto questo terrorismo, ti do una buona notizia!

Se quindi hai una condizione di cui sopra, allora molto probabilmente il tuo piede piatto e le tue ginocchia sono correggibili!

‘Ma come Katia?

Sono andato a fare lastre, raggi, risonanze, sono andato a farmi visitare dai più grandi esperti del settore (spesso anche più di uno) e il loro verdetto è sempre stato lo stesso’ :

‘ Hai il piede piatto, l’unica cosa da fare se hai male (e anche se non hai male) per impedire che la situazione peggiore, è mettere i plantari, e se questo non fosse sufficiente, prenotiamo l’operazione’

E li solitamente, ti prendono l’ appuntamento per farti fare lo stampo del piede per i plantari…senza nemmeno averti visitato, guardato…ascoltato!

Bene, il rimedio c’è!

Perché nel 98% dei casi la colpa non è dell’osso che cede (la volta plantare) o delle ginocchia che si stortano.

No..la colpa è dei MUSCOLI.

Dei muscoli??

Sì, perché una muscolatura accorciata, corta, non flessibile, non allungata, poco mobile, porta a far modificare la postura e il nostro assetto posturale.

Quindi, quando io assumo delle posture errate, subisco dei traumi, faccio uno sport per molto tempo, ecc. avrò un’ inevitabilmente un accorciamento muscolare, che in termini tecnici viene definito retrazione muscolare.

Il problema è quindi avere una muscolatura corta, rigida, accorciata, che farà RUOTARE (intraruotare) le ginocchia verso l’interno, causando di conseguenza le ginocchia ad X o a parentesi e di conseguenza il PIEDE PIATTO!

Capito??

Quindi quando è stato assoldato che le ginocchia sono INTRARUOTATE (e non storte) si può intervenire e migliorare e addirittura sistemare DEFINITIVAMENTE le problematiche riguardanti piede e ginocchia.

E quindi come fare??

Per prima cosa va fatta una corretta analisi posturale e vanno fatte determinate domande per andare a capire quale sia la VERA CAUSA del problema.

Una volta accertato che si verifica una delle condizioni che abbiamo visto prima (te le ripeto per comodità) e cioè:

  • subisco un trauma alla caviglia
  • subisco un trauma al ginocchio
  • subisco un trauma all’anca
  • subisco un trauma alla schiena
  • mantengo per molto tempo posture lavorative errate
  • faccio sport che mi modificano la posizione delle ginocchia (come il calcio appunto)
  • mantengo atteggiamenti posturali errati (è il caso delle persone molto timide che tengono piedi e ginocchia ruotati all’interno)
  • sono fortemente sovrappeso o lo sono stato da bambino

allora devi fare alcuni SENSAZIONALI esercizi (a mio avviso miracolosi) che andranno a lavorare sull’ allungamento muscolare dei muscoli posteriori, e cioè di polpaccio, femorale (retro coscia), glutei, ma anche schiena e pianta del piede.

Grazie a questi esercizi la muscolatura andrà a distendersi e quasi per magia per le ginocchia torneranno in linea e il piede riacquisterà quel naturale rialzo che abbiamo sotto la pianta (volta plantare).

E’ un po’ come se al tuo corpo togliessimo un freno a mano e lo liberassimo dalle tensioni permettendogli finalmente di muoversi liberamente.

E per ottenere risultati incredibili non servono ore e ore al giorno di sforzo e fatica!

Bastano solo 5 minuti al giorno!

Sì, proprio SOLO 5 minuti al giorno e potrai smetterla di farti duemila paranoie estetiche per le tue ginocchia e peggio ancora, potrai finalmente camminare, correre, ballare senza dolori ai piedi.

Ah, dimenticavo, per tutte le donne: potrai finalmente rimettere quei tacchi non riuscivi più ad indossare, che ti facevano penare solo a guardarli!

E ora quindi cosa devi fare?

PUNTO 1)

Analisi posturale e anamnesi dettagliata per individuare la VERA causa del tuo problema

PUNTO 2)

Determinazione degli esercizi più indicati per te e per la tua problematica

PUNTO 3)

Esecuzione costante di 5′ al giorno dei tuoi esercizi in autonomia a casa, senza pagare ulteriormente

PUNTO 4)

Controllo a distanza di qualche settimana per verificare l’ efficacia degli esercizi e l’ andamento della situazione

Ho trattato moltissimi casi, (centinaia) di diverse età, e tutti, ripeto TUTTI hanno avuto risultati postivi e sensazionali!

A questo proposito ti consiglio di guardare il video qui sotto per capire di cosa sto parlando:

Ora sta a te la scelta, te ne do 3:

SCELTA N° 1:

continuare a non piacerti, ad avere male e aspettare finché proprio non ce la fai più e ti devi operare

SCELTA N° 2:

provare a farti fare dei plantari, a caro prezzo, e veder se la situazione migliora

SCELTA N° 3:

chiedere una consulenza con me e trovare la soluzione definita, semplice e INDOLORE, per sistemare per sempre il tuo problematica

Sono molte le persone che hanno problematiche simili alla tua e quindi il tempo che ho ancora a disposizione è purtroppo davvero poco (ho solo 24 ore al giorno anch’io anche se sono Wonder Woman). Quindi se vuoi sistemare il tuo problema ti consiglio di contattarmi subito!

Hai mai provato a valutare il tuo grado di flessibilità e mobilità?

Scarica subito il test e il video GRATUITI che ho preparato per te cliccando a questo link:

http://yourpersonaltrainer.it/test-posturale-gratuito

A presto

katia

Ricorda:

Di corpo ne hai uno solo, prenditene cura!

A presto

katia

17 thoughts on “[La terribile verità sui PLANTARI e sul perché NON devi metterli se hai il PIEDE PIATTO: raddrizza le ginocchia e scopri come risolvere definitivamente il tuo problema in soli 5 minuti al giorno]

    1. Katia Vaccari Post author

      Esatto Luca! 😉 Prima raddrizzo e poi rinforzo o metto ausili.Ma prima di tutto metto dritto quello che storto lavorando sulla causa scatenante! a presto

      Reply
  1. Rosanna

    Grazie mille di cuore 😊😊
    Io ho 28 anni, ho i piedi piatti e le ginocchia valghe. Non so se sia possibile correggere qualcosa ma voglio lo stesso provarci. Ultimamente mi sti documentando molto sull’argomento. Ho trovato su Internet un semplice esercizio per il piede piatto…ossia l’estensione dell’alluce. Secondo Lei potrebbe funzionare? Comunque proverò anche questi proposti da Lei. Grazie mille di cuore 😊

    Reply
    1. Katia Vaccari Post author

      Ciao Rosanna,

      grazie intanto di seguirmi!;) dipende sempre se hai le ginocchia così dalla nascita o se è stata una modifica in seguito a traumi o posture sbagliate.
      Io ti consiglio vivamente di fare la quadrupedi perché è praticamente miracolosa. Se vuoi un mio parere specifico, puoi anche contattarmi per fare una detta via skipe. lo sto facendo con diverse persone che non possono venire fisicamente qui in studio.
      Se vuoi puoi scrivermi a info@yourpersonaltrainer.it

      Buona giornata,

      katia

      Reply
      1. Rosanna

        Buona sera dottoressa 🙂
        La ringrazio di cuore per la risposta. Da novembre sto facendo quotidianamente l’esercizio “quadrupedia” più altri di allungamento e devo dire che sto avendo grossi risultati. Sto migliorando molto, sopratutto la gamba sinistra. Me ne accorgo perchè mensilmente mi faccio delle foto da dietro (ossia in retropiede) per valutare le differenze tra prima e dopo gli esercizi, e devo dire che ne sono molto entusiasta del risultato. Non so se un giorno riuscirò a guarire definitivamente ma per me già migliorare è un grosso passo avanti.
        Dottoressa in 28 anni nessuno mi ha mai parlato di questi semplici esercizi che potrebbero migliorare la situazione, e io La ringrazio dal profondo del cuore per la divulgazione di questi semplici ma efficaci esercizi.
        Grazie grazie grazie
        Saluti
        Rosanna Andreozzi

        Reply
        1. Katia Vaccari Post author

          Rosanna leggere questi commenti mi fa immensamente piacere, perché in primis vorrei riuscire a migliorare la qualità di vita delle persone che leggono quello che scrivo e seguono quello che insegno.

          Grazie davvero di cuore del tuo feedback.

          Aspetto i prossimi miglioramenti!

          A presto

          katia

          Reply
          1. Rosanna

            Sicuramente La terrò aggiornata sui miei progressi futuri (sperando di averne altri ma sono fiduciosa).
            Dottoressa Lei mi ha regalato delle gioie che mai nessuno ha mai fatto finora. Non posso credere ai miei occhi ai cambiamenti che sto avendo…..e tutto grazie a Lei.
            Grazie 🙂
            A risentirci
            Rosanna Andreozzi.

  2. Lucia

    Ciao, e complimenti per le spiegazioni. Sai dirmi qualcosa sulla condropatia femoro-rotulea ad entrambe le ginocchia, ma piu’accentuata a sx. Mi hanno detto di rinfozare il vasto mediale, ma come?Poi mi sento tutta storta con dolori alla schiena e sento il piede che non appoggia bene quando cammino.Grazie ancora.

    Reply
    1. Katia Vaccari Post author

      Ciao e grazie! io primati rinforzare ‘metto dritto ciò che è storto’. Quindi ti consiglio di dar libertà e allungare la muscolatura posteriore. un ottimo esercizio che allunga dietro e rinforza davanti è ‘travaso tono’ questo è il link del video sul mio cabale YouTube. fami sapere come va.
      a presto

      https://www.youtube.com/watch?v=gB_vpE8c6Ck

      katia

      Reply
  3. Rosanna

    Buon pomeriggio dottoressa.
    É da un po’ di tempo che quando faccio la quadrupedi mi fa male nei glutei…ma un dolore intenso che spesso sono costretta a fermarmi. Mentre altre volte ancora sento come bruciare all’interno dei glutei. É normale? Grazie mille
    Saluti
    Rosanna Andreozzi

    Reply
    1. Katia Vaccari Post author

      Ciao Rosanna, forse stai esagerando con le tensioni e l’ intensità dell’ esercizio. Alza un po’ l’ altezza del rialzo, e fletti le ginocchia. Fammi sapere come va.

      katia

      Reply
  4. debora caralli

    Buongiorno dottoressa vorrei un consiglio ho il piede cavo e portò i plantari da qualche anno però da un po ho forti dokori alle caviglie mi ha detto l evografista che non ce niente che sono dolori posturali e non so Como fare se non portò i plantari però non cammino perché ho dolore a un tallone operato disperata sono grazie mille Debora

    Reply
    1. Katia Vaccari Post author

      il piede cavo peggiora con i plantari… l’ unica cosa da fare a mio avviso è allungare la muscolatura della pianta del piede..

      Reply
  5. Giuseppe

    Buongiorno , io ho i piedi semi-piatti le ginocchia vare (con consumo della cartilagine etc.) e ginocchia tendenti all’esterno , artrosi delle anche , lombare e cervicale . Posso fare degli esercizi con elastici ? Sono alto 1,83 e peso 80 kg . Grazie Giuseppe

    Reply
    1. Katia Vaccari Post author

      Gli esercizi con elastici vanno bene ma bisognerebbe guardare la situazione nello specifico.

      Reply
  6. Rosanna

    Buongiorno dottoressa. Volevo ringraziarLA nuovamente. Grazie a Lei e ai suoi consigli, le me ginocchia si amano molto di meno e i miei piedi piatti si stanno pian piano raddrizzando. 🙂 🙂 E tutto grazie a Lei 🙂

    Reply
    1. Katia Vaccari Post author

      Il merito è anche suo per costanza nel fare gli esercizi:) sono veramente molto felice:)

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *