[PUBALGIA? Infiammazione all’ interno coscia? DOLORE lombare? Colpa dello PSOAS! Eccoti i miei esercizi da fare a casa per star subito meglio]

By | ottobre 28, 2016

E torniamo a parlare di PSOAS e come riconoscere che è contratto da alcuni semplici segnali che spesso ignoriamo.

Lo PSOAS è un muscolo molto potente, che serve a flettere la coscia sull’anca, ed è uno dei principali responsabili di PUBALGIA e infiammazione all’ INTERNO COSCIA e quindi è davvero importante andare ad allungarlo.

pubalgiaSpesso non gli diamo abbastanza importanza e quando sentiamo dolore ci affidiamo ai farmaci o ai trattamenti, quando invece basterebbe sapersi ascoltare per tempo e fare sia preventivamente, ma anche quando il problema è già presente, degli esercizi di allungamento e stretching a casa, ogni sera per 2/3 minuti al giorno.

Ma vediamo subito come riconoscere che la colpa è sua e come quindi agire di conseguenza.

La cosa fondamentale è infatti individuare quale sia la causa di una problematica, qualunque essa sia, e andare ad agire proprio là, a colpo sicuro, senza perdere tempo, soldi ed evitando che la situazione peggiori.

Puoi quindi pensare che hai uno PSOAS non messo molto bene se rispondi in modo affermativo a una delle seguenti domande:

  • Hai spesso fastidi, dolori, tensioni alla zona dell’ interno coscia?
  • Hai spesso pesantezza o tensione a livello lombare? Nella parte bassa della schiena?
  • Hai difficoltà a digerire, o comunque il tuo intestino non è in splendida forma?
  • Hai difficoltà ad andare al bagno o viceversa ci vai troppo spesso?
  • Hai tensione a livello dell’articolazione dell’anca? Come se da un momento all’altro ti dovesse schioccare?
  • Fai molta attività sportiva in cui utilizzi molto gli arti inferiori? Come nel caso di corsa, bici?
  • Assumi durante il giorno posizioni ‘scomode’ tipo stai molte ore seduto in macchina?
  • Sei una donna in gravidanza e all’ aumentare del peso senti sempre più tensione all’interno coscia?

4710a-w-sitting3Bene, se hai risposto SI ad una o più delle domande sopra, molto probabilmente (anche se non hai ancora problematiche serie come pubalgia, coxoartrosi, artrosi all’anca, ernie, ecc) la muscolatura di psoas, adduttori, gluteo, quadrato dei lombi, iliaco, non è al top della forma.

E intendo dire che molto probabilmente appare accorciata e contratta, a meno che tu non faccia già esercizi di stretching specifico e mirato, anche a casa, ma con costanza.

Nel caso in cui, ti sei reso conto che è il caso di intervenire, posso darti una mano, almeno in un primo momento, come ‘tampone’ per alleviare le tensioni e farti star meglio da subito.

Eccoti quindi alcuni facili esercizi che puoi fare a casa, soprattutto alla sera, quando devi allungare la muscolatura che normalmente durante la giornata è accorciata per le posture che assumiamo.

Stretching e allungamento possono essere fatti in modo mirato, direttamente da casa, con un programma specifico in base alle tue esigenze!

 

Hai mai provato a valutare il tuo grado di flessibilità e mobilità?

Lo sai che una scarsa mobilità molto probabilmente ti porterà a breve ad avere DOLORI, tensioni e anche problematiche più serie come ERNIE, SCIATICA o ARTROSI?

Scarica subito il test e il video GRATUITI che ho preparato per te cliccando a questo link:

http://yourpersonaltrainer.it/test-posturale-gratuito

A presto

katia

Non aspettare ancora! Inizia oggi stesso a prenderti cura del tuo corpo!

A presto

katia

 

7 thoughts on “[PUBALGIA? Infiammazione all’ interno coscia? DOLORE lombare? Colpa dello PSOAS! Eccoti i miei esercizi da fare a casa per star subito meglio]

  1. Rosario Pettinato

    Ciao Katia,
    Siccome ho dolore proprio allo psoas, ho almeno credo, volevo chiederti se con gli esercizi del video che hai fatto posso risolvere il problema, oppure dovrei fare qualcosa in più. Grazie per la risposta.
    Considera che gioco a calcio a 5 con 2 allenamenti più la partita.
    Grazie per la risposta
    Cmq sei bravissima!!!
    Complimenti!!!!

    Reply
    1. Katia Vaccari Post author

      Ciao Rosario,
      sicuramente gli esercizi aiutano molto. Falli sempre anche quando non ti alleni.
      Poi considera anche l’intestino, perché lo possa risente molto della sua corretta funzionalità.
      Acqua ne bevi?

      Grazie di seguirmi, trovi molti video sul mio canale YouTube!;)

      a presto

      katia

      Reply
  2. Rosario Pettinato

    Ciao Katia,
    Si si di video ne trovo molti , praticamente lì ho visti tutti.
    Di acqua ne bevo mediamente 2 lt al giorno.
    Speriamo di riavere il problema, anche perché incomincia a darmi fastidio. Sennò sarò costretto a comprare il tuo programma personalizzato home fitness.:)

    Grazie per la risposta!!!!

    A presto

    Rosario

    Reply
  3. Rocco

    Salve è da circa un mese che ho dei dolori all’inguine sx.Il medico curante mi ha prescritto un’antinfiammatorio e riposi a casa per una settimana Fastidio che non è andato via del tutto.Dopo 3 settimane ricompare più accentuata sopratutto la sera dopo il lavoro.Faccio il magazziniere.Posso fare streching anche se ho dolore.?Fisicamente ho un Po di pancia e 4nesi fa correvo 2-3 volte alla settimana in modo blando.

    Reply
    1. Katia Vaccari Post author

      Molto probabilmente dipende da psoas. altra cosa da considerare è la condizione e la regolarità dell’ intestino. acqua ne bevi a sufficienza?

      Reply
  4. Totò

    Buonasera, sono un ragazzo di 33 anni e scrivo perchè vorrei qualche consiglio in merito ad un problema che mi porto dietro ormai da 4 anni. Sono alle prese con un
    problema al quale non riesco a trovare soluzioni.
    Avverto dolori/bruciori inguinali, praticamente da sotto i fianchi bilateralmente, che si estendono scendendo sul pube fino ai testicoli e all’interno delle
    cosce, fino alle ginocchia. I dolori non sono sempre gli stessi o 
    allo stesso punto, ci sono giorni che li avverto bilateralmente alle cosce o solo in sede inguinale ma quello che non mi lascia mai è un senso di debolezza che mi limita anche nei gesti quotidiani come semplicemente camminare, guidare. Quindi praticamente non faccio più nessuna attività fisica. 
    Ho giocato da quando ero piccolo a calcio a livello agonistico ma che da almeno 7 anni non
    pratico più, facevo, poi qualche
    partitella a calcetto con gli amici e un po di corsetta. Mi sono
    concentrato più sullo studio della musica, infatti sono un musicista, è il mio lavoro/passione e suono uno strumento a fiato che purtroppo mi da molti problemi anch’esso quando soffio.
    Tutto ciò sembra che sia coinciso a seguito di un problema al ginocchio
    destro, che mi son portato per qualche mese e camminavo “zoppicando” perchè
    mi faceva male,dopo una partitella a calcetto. Dopo aver fatto una risonanza
    magnetica è risultato ginocchio instabile per lassità del crociato
    anteriore e mi è stato detto di potenziare la muscolatura. Prima facevo
    esercizi isometrici a casa, nuoto con pinne e ciclette e dopo sono andato in
    palestra seguito da istruttori con i quali usavo gli attrezzi per le gambe e
    mi facevano usare carichi leggeri. 
    Un giorno successe che mentre ero in palestra il ginocchio si infiammò
    molto e decisi di non andare più, ma la sera mentre ero a casa seduto
    avverti un dolore pungente sul quadricipite in alto in centro della gamba sinistra
    che mi durò qualche giorno fin quando una mattina decisi di fare una lunga
    passeggiata per cercare di riprendere un po l’abitudine di camminare
    “normale”..nel pomeriggio però, mentre ero seduto quel dolorino si è
    irradiato verso su e nei giorni seguenti il dolore sembrava camminasse
    facendo il giro del basso ventre. Si sono infiammati gli adduttori, entrambi
    contratti e lato posteriore delle gambe e per alcuni giorni non riuscivo
    neanche a camminare per i forti dolori, avevo come delle scosse. Quindi ho iniziato a fare varie visite e
    controlli. In questa estate sono stato sottoposto ad intervento chirurgico per varicocele di terzo grado ed ernia inguinale bilaterale. Sembrava che piano piano stessi risolvendo la cosa, ritornando almeno a camminare decentemente, ma mentre facevo degli esercizi di stretching mi è ritornato peggio di prima. In tutto questo tempo i dolori comunque non sono stati costantemente sempre così forti. Passo periodi tra alti e bassi ma questo ultumo periodo è proprio basso. Ho fatto RM lombo sacrale negativa, RM bacino negativa, ecografie tanti esami del sangue anche per malattie reumatiche ma tutto negativo. Sono stato anche da più urologi che mi hanno diagnosticato prostatite. Gli esami dello sperma e l’urinocoltura risultano negativi.
    Possono questi sintomi essere causati da un problema urologico? Quando ho un eiaculazione avverto fastidio fino ai fianchi e fondo schiena e bruciore al pube e all’interno del pene.
    Poi è assurdo che spesso il solo parlare mi porta pesantezza ai testicoli e interno cosce. O magari da altri problemi viscerali? Perché c’è da dire che devo controllarmi in ciò che mangio perché alcune bevande e alcuni alimenti amplificano o causano i sintomi. Può essere un problema posturale? Ma non ho niente di evidente.. 
    Può essere un problema dello psoas? Considerato che è un muscolo molto importante? 
    Mi scuso per il messaggio chilometrico e sperando in un gentile riscontro vi auguro una buona serata.
    Saluti

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *