Allenamento con Personal Trainer online: come scegliere quello giusto

di | Novembre 28, 2020

[ALLENAMENTO con PERSONAL TRAINER online: 5 punti da tenere in considerazione per scegliere quello giusto e avere risultati reali senza buttare i tuoi soldi]

Allenamento con Personal Trainer: perché è meglio che fare da soli

Quando scegli di allenarti con un Personal Trainer, tutti gli esercizi proposti saranno costruiti su misura per te, saranno mirati in base al tuo livello atletico, ai tuoi obiettivi, ad eventuali traumi passati o dolori attuali.

In questo modo il piano sarà cucito su di te, e non correrai il rischio di sprecare le tue giornate e il tuo tempo libero con inutili e generici esercizi.

Inoltre (cosa per me fondamentale) se sei seguita da un Personal Trainer (sempre che sia un Personal Trainer serio come dico io) eviti di farti male. Durante un allenamento il Personal Trainer è lì per correggerti, guardare che ogni singolo movimento sia fatto nel modo corretto, verificare che non ti sovraccarichi e prestare attenzione ad eventuali dolori che potrebbero insorgere.

Se il tuo Personal Trainer non ti corregge e non ti fa notare dove sbagli, fatti qualche domanda, perché potrebbe voler dire che non ti sta seguendo come dovrebbe e che a breve, ahimè, accuserai qualche nuovo dolore o tensione. Quindi in questo caso è il momento di cambiarlo e affidarti a chi sa che la postura è importante quanto la muscolatura 😉

Come scegliere il Personal Trainer giusto per il tuo allenamento

Ora che hai capito che per ottenere davvero risultati mirati e in tempi ridotti devi affidarti ad un Personal Trainer, ti ritrovi di fronte ad un altro grandissimo problema:

come scelgo il miglior Personal Trainer per il mio allenamento, che possa seguirmi, capire le mie esigenze, farmi raggiungere i miei obiettivi e senza rischiare di spaccarmi schiena o ginocchia?!

La domanda non è affatto scontata.

Purtroppo negli ultimi anni moltissimi improvvisati, magari appassionati di fitness e benessere, ma non per questo qualificati nella figura di Trainer, hanno iniziato a proporsi e mettersi sul mercato. Non parliamo poi dell’esplosione di Personal Trainer online che si è diffusa dopo il COVID e relativi lockdown…

Purtroppo la nostra professione, quella del Personal Trainer, risulta essere tutt’oggi pochissimo protetta e priva di un albo in cui iscriversi, o priva di una normativa che determini in modo chiaro i presupposti e le qualifiche che un Personal Trainer deve possedere prima di iniziare a lavorare.

E questo difetto normativo crea moltissimi danni, perché permette il nascere continuo di Personal Trainers improvvisati, sbucati fuori per caso, che hanno magari fatto un singolo corso di formazione della durata di un weekend, e non sanno nemmeno la differenza tra metabolismo aerobico e anaerobio, o tra scoliosi ed ernia…

Bene, dato che sei proprio TU a rimetterci, quando ti affidi alle mani inesperte di questi improvvisati, e dato che in questo modo ci rimette tutta la categoria e tutti i professionisti che hanno studiato e che applicano ogni giorno, ho scritto questo articolo con i:

5 PUNTI DA TENERE IN CONSIDERAZIONE QUANDO SCEGLI UN PERSONAL TRAINER PER IL TUO ALLENAMENTO:

FORMAZIONE: chiaramente al primo punto mettiamo la formazione, sia universitaria che extra scolastica. Perché una o l’altra non sono sufficienti. Infatti la laurea in Scienze Motorie garantisce una base minima di conoscenza in moltissime materie, quali anatomia, biochimica, biologia, e molte altre che sono fondamentali poi per il lavoro di Trainer.

Ma la sola Laurea non è sufficiente, perché, ahimè, la formazione scolastica, ancora oggi, da pochissimo spazio alla pratica e all’applicazione concreta e reale di quello che viene studiato sui libri.

Per questo quando scegli un Personal Trainer, chiedigli se è laureato, e che genere di corsi ha fatto. Se vedi i suoi attestati appesi nel suo ufficio, quando ti fa il primo colloquio, tanto meglio, così li puoi studiare con calma e puoi chiedere info a riguardo. Ah… non avere paura di chiedere, considera che stai mettendo il tuo corpo e la tua salute in mano ad una persona, e quindi è tuo diritto sapere che formazione ha e se è davvero competente.

Ottime quindi le formazioni in:

ALLENAMENTO FUNZIONALE, RIEQUILIBRIO POSTURALE, FITNESS METABOLICO, STRETCHING.

Neanche a dirlo, ma tutte le ragazze che lavorano nei miei centri devono possedere tutti questi requisiti minimi per essere valutate!

ANNI DI ESPERIENZA: è fondamentale che tu sappia da quanti anni il Personal che scegli pratica questo lavoro e quindi si è specializzato in quello che fa. Solo con lo studio non è sufficiente, è fondamentale la pratica continua e l’esperienza diretta sul campo.

ORE DI LAVORO COME PERSONAL TRAINER A SETTIMANA: al pari del punto sopra, anche le ore di lavoro come Personal Trainer che il tuo futuro istruttore fa a settimana è importante… e forse anche di più degli anni di esperienza. Succede infatti che magari un PT ti dica che fa il trainer da 5 anni, ma se vai ad indagare scopri che la sua professione principale è quella del panettiere o l’idraulico (nulla da togliere a panettieri ed idraulici eh!) e che il Personal lo fa 3 ore a settimana, capisci anche tu che questo non sia sufficiente e che le ore in un anno sono davvero poche. Ed è per questo che in tutti i centri Linea Lazy e Studio Personal, le istruttrici fanno questo lavoro come il occupazione principale, e dedicano tutto il loro tempo a questo, da molti anni ormai 🙂 Ogni cliente ha una situazione diversa ed è importante avere l’esperienza di saper valutare caso per caso per sapere come intervenire nello specifico.

PASSIONI E SPORT PRATICATI: anche se non è un punto fondamentale al fine lavorativo, se il tuo trainer ha passione per uno sport, lo ha praticato per anni, e si allena tuttora, ti fa capire quanto la sua sia anche una passione, oltre che solamente un lavoro. E questo si riflette in modo positivo nel suo approccio con il cliente e con quello che fa ogni giorno 🙂

STILE DI VITA: a questo punto io tengo particolarmente perché non c’è nulla di peggio del ‘predicare bene e razzolare male’. Come potrai fidarti di una persona che ti dice di allenarti costantemente, di non fumare, di bere molta acqua, di dormire almeno 7 ore a notte, di avere un’alimentazione controllata e sana, se poi lo trovi fuori ogni sera a far baldoria, se mangia schifezze e fuma come un ossesso? Per questo nella selezione personale, io chiedo sempre che tipo di vita conducono le istruttrici che assumo nei miei centri. Certo, far festa ogni tanto, sgarrare con l’alimentazione e bermi uno spritz capita anche a me, ed è giusto e normale che sia così, ma non deve essere la regola!

Ci sarebbero ancora altri elementi da considerare, ma credo che questa sia già una buona base di partenza per andare a colpo sicuro, e ottenere i tuoi risultati senza buttare i tuoi soldi!

 

Ti spiego i 5 punti che devi tenere in considerazione in questo video:

Se hai capito quanta attenzione devi fare e come non farti fregare, avrai sicuramente capito che a Studio Personal puoi andare sul sicuro.

Tutte le Personal Trainer sono laureate, preparate, con una gran passione in quello che fanno e con anni di esperienza alle spalle.

Prenota la tua seduta prova GRATUITA scrivendo a

info@youpersonaltrainer.it

io e il mio staff ti aspettiamo:)

ci trovi a Thiene, in via Meucci, 2

Se invece non puoi venire direttamente da noi e vuoi allenarti online, scopri l’esclusivo percorso di PT Online.

allenamento con personal trainer katia vaccari

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *